Chi siamo – La nostra storia

La Scuola paritaria Papa Giovanni XXIII è gestita, dall’anno scolastico 2020/21, da Namasté cooperativa sociale, una realtà non profit del territorio che opera da anni anche nell’ambito dell’educazione all’infanzia. La Scuola, però, nasce ed è attiva nel quartiere di Valtesse nel 1968, grazie alle Suore Francescane Missionarie di Gesù Bambino.

La storia

Il 1° settembre 1968, l’allora Vescovo di Bergamo, monsignor Clemente Gaddi, consacrò l’altare della cappella delle Suore Francescane ed inaugurò ufficialmente la struttura scolastica connessa, denominandola “Scuola Papa Giovanni XXIII”. Fu la realizzazione di un sogno pensato, progettato e desiderato insieme ai padri Francescani Minori e agli abitanti di Valtesse. Così le Suore Francescane Missionarie di Gesù Bambino (FMGB) hanno svolto per oltre cinquant’anni la loro missione educativa nella Scuola dell’Infanzia e nella Scuola Primaria. Il loro carisma, infatti, di ispirazione francescana, assume la Carità per “sopperire alle umane miserie” ed “educare le figlie del popolo” con amore, gioia e semplicità.

L’incontro con Namasté

Nel 2018 le suore decidono di avvalersi della competenza della cooperativa sociale Namasté nell’ambito educativo e pedagogico per la gestione didattica della Scuola. Dopo un periodo di affiancamento, dal settembre 2020 la Scuola dell’Infanzia e Primaria è a diretta gestione di Namasté, mantenendo la collaborazione con la comunità di suore presenti a Valtesse.

Chi è Namasté

Namasté è una cooperativa sociale senza scopo di lucroNata nel 2001 per rispondere con professionalità ai bisogni dei minori e delle persone con disabilità, ha poi accresciuto le proprie competenze affiancando i progetti di vita di tutte le persone incontrate, unendo le forze con le cooperative Servire e La Magnolia.

Namasté oggi sviluppa progetti e servizi sociali e socio-sanitari in stretta alleanza con i soggetti del territorio (cittadini, famiglie, istituzioni pubbliche, imprese, associazioni e reti), al fine di costruire il Bene Comune, inteso come bene condiviso da tutti i membri della comunità. Si prende cura delle fragilità, anche delle persone con disabilità, con disagio psichico, anziani, minori e adolescenti. Promuove la cura e la salute dei singoli e quella collettiva e genera attività imprenditoriali che favoriscano l’inserimento lavorativo di persone fragili.

I servizi per le nuove generazioni

La cooperativa sociale Namasté ha una lunga esperienza didattica nella gestione del Nido Mago Magù e la Scuola dell’Infanzia “Guido Frizzoni” di Pedrengo e del Nido e della Scuola dell’Infanzia “Ci vuole un fiore” di Palosco. Inoltre cura servizi educativi come spazi gioco, spazi compiti, Cre – Centri ricreativi estivi, vacanze per bambini.